Cos’è il trapianto di capelli con il metodo Sapphire o Zaffiro?

Negli ultimi anni, gli sviluppi tecnologici si sono riflessi nel campo del trapianto di capelli e hanno aperto la strada a molti nuovi metodi nei trattamenti per la perdita dei capelli.

Le procedure di trapianto di capelli che hanno mostrato notevoli progressi nel corso degli anni, sono diventate possibili usando metodi minimamente invasivi e indolori.

Oggi uno dei metodi più importanti è la tecnica di trapianto di capelli Sapphire. Questa tecnica è denominata tecnologia Sapphire FUE poiché i processi di estrazione unitaria follicolare (FUE) vengono eseguiti con lame speciali prodotte interamente in zaffiro. A causa della caratteristica unica dello zaffiro, che viene utilizzato nella punta di queste lame, la lama non perde la sua affilatezza durante il processo e garantisce risultati eccellenti.

Cosa si fa nel trapianto di capelli con la tecnica Zaffiro?

Nel processo di trapianto di capelli con tecnica zaffiro in primo luogo vengono utilizzati dispositivi micromotori per i processi di estrazione dalla zona di innesto.

Quindi, nell’area in cui deve essere eseguito il trapianto di capelli, si aprono micro-canali per il posizionamento dei follicoli piliferi prelevati dall’area di innesto con speciali lame che sulla punta sono fatte di zaffiro.

La differenza più importante che distingue il trapianto di capelli FUE con lame dalla punta di zaffiro dagli altri metodi di trapianto di capelli è che è possibile ottenere risultati migliori utilizzando lame con punta in zaffiro prodotte appositamente che non perdono la loro affilatezza, indipendentemente dal numero di canali aperti per il trapianto.

Con l’uso di lame speciali dalle punte di zaffiro, la dimensione dei canali che vengono aperti per il trapianto di capelli è ridotta al minimo e in questo modo la formazione della cicatrice è ridotta e il tasso di recupero aumenta nell’area ricevente dopo il trattamento.

Vantaggi dell’estrazione di unità follicolari (FUE) eseguita con zaffiri

Nelle operazioni di trapianto di capelli, mentre le lame con metallo classico sono utilizzate alle estremità, la punta delle lame diventa smussata durante l’operazione e ciò può diminuire la qualità dell’operazione. Le tecniche di trapianto di capelli con lame dalla punta di zaffiro sono nate per risolvere questo problema. Grazie alla superficie cristallina resistente e liscia, lo zaffiro ha meno usura e perdita di affilatezza rispetto ai metalli convenzionali, migliorando così la qualità del processo.

La fase FUE del trapianto di capelli è di grande importanza in quanto i canali che vengono aperti in questo momento sono molto importanti e hanno un grande impatto sulla densità, l’angolo e la direzione della crescita dei capelli. Al giorno d’oggi, lo strumento più avanzato che può essere utilizzato nell’apertura di questi micro-canali molto importanti sono le lame dalla punta di zaffiro.

Allo stesso tempo, l’apertura di questi micro-canali speciali, con le lame dalla punta di zaffiro consente migliori risultati nelle persone con grave perdita di capelli, riducendo al minimo la possibilità di alterazione dell’allineamento angolare dei capelli trapiantati o di fuoriuscita di capelli dopo l’intervento.

Uno dei vantaggi della Follicular Unit Extraciton eseguita con punte di zaffiro è che essa consente di realizzare delle piccole incisioni dalle dimensioni di 1,0 – 1,3 – 1,5 mm che hanno le stesse dimensioni dei follicoli piliferi, in questo modo si possono aprire più micro canali e si possono trapiantare i follicoli piliferi più vicini l’uno all’altro.

Grazie alla loro superficie liscia, durezza, affilatezza, durata e alle proprietà antibatteriche, l’uso delle lame di zaffiro riduce al minimo le vibrazioni durante il funzionamento e il rischio di complicazioni come traumi, danni ai tessuti del cuoio capelluto o infezioni è considerevolmente ridotto.

Estrazione di unità follicolari con lo zaffiro rispetto all’estrazione di unità follicolari classiche

La caratteristica più importante che distingue le lame dalla punta in zaffiro dalle tradizionali lame in acciaio è che esse hanno una superficie liscia e dura che non si smussa facilmente.

Le lame con punta di zaffiro, che hanno più proprietà antimicrobiche delle classiche lame d’acciaio, riducono significativamente il rischio di infezioni dopo il trapianto di capelli.

Grazie alla caratteristica affilatezza dello zaffiro, entrambi i risultati dell’operazione possono ottenere maggior successo e le complicazioni durante l’operazione sono minori e le procedure applicate durante il trapianto di capelli possono essere di qualità molto più elevata.

Rispetto alle lame in acciaio, l’affilatezza delle lame con punta di zaffiro consente al medico di effettuare una minore iniezione di liquido speciale utilizzato per separare la pelle dal cuoio capelluto, riducendo in modo significativo l’edema post-operatorio.

Allo stesso tempo, le incisioni fatte con lame dalla punta di zaffiro per il trapianto di capelli sono più piccole delle lame con punta in acciaio classica, quindi il recupero postoperatorio dei tessuti è notevolmente più veloce.