Il primo lavaggio dopo il trapianto di capelli è fondamentale. Al fine di ottenere un risultato soddisfacente, è importante fare attenzione a cosa fare e non fare dopo l’intervento, nonché al medico che esegue l’operazione. Pertanto, i pazienti devono essere scrupolosi su una delle parti più importanti del procedimento, il primo lavaggio dopo l’operazione.

Le bende verranno tolte il giorno successivo all’intervento. Alcuni vogliono farsi lavare i capelli in clinica, altri vogliono lavarseli da soli. Se si desidera lavare i capelli dopo l’operazione, è bene farlo tre giorni dopo il trapianto. Altrimenti, si possono far lavare in clinica un giorno dopo l’operazione.

Dopo il trapianto di capelli, la clinica fornisce al paziente una lozione. Si consiglia di utilizzare questa lozione durante il lavaggio dei capelli, che si può versare sull’area trapiantata. Tuttavia, si consiglia di farsi assistere nell’esecuzione di questa fase. Il primo lavaggio dovrebbe essere fatto con tocchi morbidi, senza fare nulla di dannoso per la zona operata.

Quando si applica la lozione, il paziente deve attendere trenta minuti. Dopo mezz’ora, la zona viene pulita con acqua calda. Nella sessione successiva si utilizza lo shampoo raccomandato dal medico. Successivamente, la zona viene risciacquata e i capelli si asciugano. È essenziale non asciugare i capelli con troppo calore. Inoltre, sia che il phon mandi aria calda o fredda, dovrà essere tenuto a una distanza di 30-40 cm dai capelli.

Si continua con questo procedimento fino a 7-10 giorni, una volta al giorno. Successivamente, la lozione utilizzata per rendere più morbida l’area operata, può attendere fino a 1-2 ore. È bene spingere un pochino più forte per eliminare le cicatrici dopo 7-10 giorni. Entro una settimana o dieci giorni, le cicatrici andrebbero andare via, a volte anche dopo 15 giorni. Nel caso in cui le cicatrici non cadano entro 15 giorni, si consiglia di andare da un medico.