La maggior parte delle persone si lamenta della calvizie ed ecco perché, al giorno d’oggi, milioni di uomini e donne si sottopongono ad interventi di trapianto di capelli. Inoltre, a milioni si aspettano di ritrovare la propria capigliatura. Oggi esistono cliniche specializzate che offrono servizi di trapianto di capelli in tutto il mondo.

Ma nonostante il trapianto di capelli, indipendentemente dal fatto che siano stati utilizzati metodi diffusi in tutto il mondo, come il trapianto di capelli FUE o il trapianto di capelli con tecnica dhi, l’operazione potrebbe non riuscire. Ci sono migliaia di persone che hanno subito un intervento senza successo. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, i pazienti possono evitarlo prendendo alcune precauzioni fin dall’inizio. È raro che non abbiano alcuna possibilità di riavere i capelli come li desiderano.

Cinque motivi di insuccesso di un trapianto di capelli

Ogni paziente può incorrere in un trapianto di capelli senza successo. Ciò può dipendere dal paziente stesso, dalla clinica o da entrambi. Ecco i motivi più comuni per cui i trapianti di capelli falliscono.

1 – Paziente potrebbe non essere adatto all’intervento

Non essere un paziente adatto al trapianto di capelli è abbastanza comune tra coloro che hanno subito questo tipo di intervento senza successo. Le ragioni variano da persona a persona. Le radici dei capelli potrebbero non essere abbastanza forti da trattenersi dopo l’operazione. Se le radici dei capelli sono forti, possono rimanere più a lungo.

 

Nella prima visita in clinica, il medico deve controllare tutta la testa, dal cuoio capelluto alle radici dei capelli e fare le sue valutazioni, se il paziente è adatto o meno all’operazione.

2 – Medico che ha operato potrebbe essere inesperto

La riuscita di un trapianto di capelli richiede competenze ed esperienza sufficienti in ogni caso. Non solo dei medici, ma anche altri soggetti della clinica devono avere conoscenze ed esperienza per eseguire tale operazione. È necessario verificare il grado di esperienza della clinica prima dell’intervento, altrimenti, si potrebbe incorrere in risultati insoddisfacenti.

 

3- Qualità della clinica

Occorre tener presente che avere tanta pubblicità non dimostra che la clinica possa soddisfare le proprie esigenze. Prima di prenotare un intervento, c’è la possibilità di trovare ex pazienti che provengono da lì e chiedere la loro opinione sulla clinica in generale. Se si ottengono informazioni soddisfacenti, si può prenotare l’operazione.

4-  Cura dei capelli errata prima e dopo l’intervento

Affinché le radici dei capelli trapiantate resistano, bisogna essere meticolosi con la propria igiene. In questo senso, la cura dei capelli è fondamentale per riaverli in modo corretto. Essa comprende tre diversi processi, prima, durante e dopo l’operazione. È necessario seguire esattamente le istruzioni fornite dal medico sia prima che dopo l’operazione.

Questi trattamenti possono essere eseguiti giornalmente o settimanalmente, sempre secondo le prescizioni del medico. Se non si seguono correttamente come è stato raccomandato, il risultato sarà imperfetto.

5- Aspettative non opportune

A volte, anche se l’intervento ha esito positivo, il paziente potrebbe non essere soddisfatto, poiché si sa che ogni paziente vuole riavere i suoi capelli il prima possibile, è del tutto normale. Tuttavia, questo processo richiede tempo, ma è raro che, per avere un risultato completo, ci voglia più di un anno. Nella maggior parte dei casi, con una cura dei capelli adeguata e regolare, è possibile riavere i propri capelli sani entro pochi mesi.

Conclusione

È comprensibile che vi siano varie ragioni per un insuccesso del trapianto di capelli. Sarà possibile evitarlo solo con alcune precauzioni. Si consiglia un consulto con la nostra clinica prima di qualsiasi intervento. In tal caso, si può prevenire qualsiasi ulteriore problema ed avere l’anima in pace.