Cos’è un trapianto di capelli?

Il trapianto di capelli è un processo di ripristino dei capelli persi a seguito di condizioni genetiche o ormonali, uso di medicinali o di un incidente. In questo processo, il principio di base è quello di ripristinare i capelli preservando l’aspetto naturale ed estetico dei capelli.

Il trapianto di capelli è un trattamento estetico privo di rischi e minimamente doloroso rispetto ad altri. Questo perché in questo tipo di chirurgia non avviene è nessuna incisione, il che significa che non vi sarà alcuna cicatrice. Nel trapianto di capelli, i peli, o in altre parole gli innesti, vengono presi da altre parti del corpo, preferibilmente dalla parte posteriore del collo o del dorso.

Varie tecniche di trapianto di capelli

Esistono due tecniche principali di trapianto di capelli: FUT e FUE. Con il metodo FUT (trapianto di unità follicolari), un gruppo di capelli viene estratto dalla parte posteriore del collo e trasferito nell’area del trapianto. Tuttavia, con questa tecnica, ci può essere una cicatrice nella parte posteriore, il che potrebbe portare il paziente a non essere contento del proprio aspetto. Di conseguenza, il metodo FUT non viene più utilizzato ed è stato sostituito da un’altra tecnica, la FUE, che è ampiamente accettata come metodo principale di trapianto di capelli.

Metodo FUE

FUE (Folicular Unit Extraction) è il metodo più moderno per il trapianto di capelli. Non lascia cicatrici ed è indolore.

Con questa tecnica, per prima cosa viene determinata l’area di trapianto. Per il processo di trapianto, vengono estratti i peli dalla parte posteriore del collo e dalla parte posteriore delle orecchie, poiché i peli in queste aree sono molto più resistenti alla caduta.

Nel processo di estrazione, i follicoli piliferi chiamati innesti vengono estratti con l’aiuto di strumenti che arrivano sino ad una precisione di 0,7-0,9 micron. Questi innesti sono categorizzati e numerati dopo l’estrazione. Saranno conservati in una soluzione speciale fino al momento del trapianto.

Successivamente, l’area di trapianto sarà canalizzata. La cosa più importante in questo processo è tenere traccia della rotazione dei canali di trapianto, che sono molto importanti per garantire l’aspetto naturale dei capelli. Quindi, inizia il processo di trapianto.

Com’è il processo dell’anestesia?

Nel metodo FUE, viene utilizzata l’anestesia locale.  Conseguentemente si rimane svegli e si può discutere con il medico di eventuali dubbi o preoccupazioni durante il trattamento.

Si sente dolore o si ha fastidio ?

Durante l’operazione, il paziente non sentirà alcun dolore. Si sentirà solo il leggero fastidio dell’iniezione dell’ anestesia.

Dopo il trapianto di capelli

Il bendaggio, che viene messo in posizione dopo il processo, può essere rimosso dopo 24 ore dall’operazione. I capelli non si possono lavare per tre giorni. Dopo il trapianto, nell’area del trapianto compariranno segni rossi e croste, ma questo è del tutto normale. I segni scompariranno dopo una settimana.

Ci sarà una cicatrice dopo il trapianto di capelli?

No. Dato che i canali per il trapianto sono minuscoli, non ci saranno cicatrici dopo il trapianto di capelli. Inoltre, non ci saranno cicatrici nè raggrinzimenti nelle aree di estrazione, dietro al collo e alle orecchie.

A cosa dovrei prestare maggiore attenzione dopo il trapianto di capelli?

Dopo la procedura, i capelli e il cuoio capelluto dovrebbero essere accuratamente protetti.

Si consiglia di evitare l’esposizione diretta al sole e di utilizzare un cappello se necessario.

Inoltre, è importante evitare il mare e le piscine. Si può tornare al lavoro dopo 1 o 2 giorni. A seconda della persona, otterrete risultati in circa 3 mesi e il processo sarà completato entro 6-12 mesi. Dopo il trapianto di capelli, si possono avere capelli naturali permanenti e pettinabili.